Il modello dell'Autopoiesi Neurolinguistica (ANL) è nato dall'unione di diversi modelli, teorie e scuole interessate all'equilibrio dei sistemi complessi quali un individuo, una famiglia, un'azienda (e anche una scuola, una banda giovanile, una città): la cibernetica, la teoria dei giochi, i livelli logici di Russell, la grammatica generativa di Chomsky, l'ecologia di Bateson, la Programmazione Neurolinguistica, la Scuola di Palo Alto, e soprattutto la Scuola di Santiago di Maturana e Varela.

L’Autopoiesi Neurolinguistica è il processo con cui le comunicazioni di un sistema specificano la sua identità, i suoi confini, dunque i suoi stati, le modalità d'azione e i suoi apprendimenti.

Se in un sistema la comunicazione è disturbata, incompleta o maladattiva, si creano disequilibri, crisi, problemi, che minano l’integrità individuale e quella organizzativa. In questi casi è utile leggere la situazione attraverso il modello dell’Autopoiesi Neurolinguistica e utilizzare strumenti quali il Coaching Emozionale e la creazione del Know-How Relazionale.

http://congresses.pmi.org/EMEA2007/TheCongress/AOF/AOFSearchResults.cfm?Action=SearchAOFs&AOFID=&PersonID=75
"per la professionalizzazione delle relazioni: introduzione alla conferenza internazionale del PMI, Budapest 2007"




L'Autopoiesi Neurolinguistica è un potente modello per la comprensione dell'azienda come sistema complesso, vale a dire di un sistema ricorsivo descrivibile come struttura, organizzazione e processo.

L'Autopoiesi Neurolinguistica descrive come in una azienda i processi comunicativi determinano sia la sua struttura che la sua organizzazione e come sono a loro volta determinati da queste.

Il Coaching Emozionale e la creazione di un Know-How Relazionale sono strumenti con cui il modello dell’ANL viene applicata in azienda.
L’azienda capace di evolvere può essere descritta come un sistema autopoietico, come un organismo vivente che vuole per sua natura continuare a vivere e prosperare.

Come ogni sistema vivente, anche l’azienda può essere descritta in termini del processo con cui organizza la propria struttura, che è come dire il processo con cui struttura la propria organizzazione.

Processo, Struttura e Organizzazione sono tre descrizioni dello stesso fenomeno.
Quando descriviamo la struttura di un sistema complesso lo facciamo per conoscere il suo potere di risposta, il grado di facilità con cui può rispondere agli adattamenti richiesti nella negoziazione fra l’ambiente e i propri obiettivi.
Nella struttura riconosciamo i limiti entro cui potrà manifestarsi il comportamento del sistema.
Quando descriviamo le relazioni di un sistema complesso lo facciamo per valutare la libertà/responsabilità con cui la struttura adotta i comportamenti con cui rispondere nella propria evoluzione. Nelle relazioni riconosciamo l’identità del sistema.
Quando descriviamo il processo con cui l’azienda organizza la propria struttura, valutiamo il suo grado di salute, la sua capacità di mantenersi viva e a proprio agio.




L’autopoiesi individuale è il processo con cui ci liberiamo scegliendo il comportamento in aderenza a noi stessi.

Poiché l’ANL permette di riconoscere i processi comunicativi con cui un sistema complesso sceglie il proprio comportamento e riconosce la propria identità, diventa un metodo di libertà
per l’individuo e l’azienda in un rapporto di impegno reciproco.

L’ANL delinea il processo di creazione della fiducia con cui ciascuno, avendo negoziato con se stesso, negozia con ciascun altro organizzativamente significativo i criteri di verificabilità della fiducia.

“Autopoiesi dell’etica” approfondisce l’ultimo livello di controllo ecologico dell’Autopoiesi Neurolingiostica, quello dell’etica.